Matandisciu pt.2

Wow. Buongiorno a tutti! Giusto come scriverebbe un ottantenne alle prese con la propria pagina di Facebook, ad ogni mattina. E’ da tantissimo che non scrivo in questa sorta di blog. Lo aprì tempo fa, perchè avevo bisogno di scrivere qualsiasi cosa che mi passasse per la testa da qualche parte. Allora perchè non scriverlo su uno stupido blog consultabile da tutti? Ok, bla bla bla, e ho aperto “matandisciu”. Scarsa fantasia il nome. Chi è sardo capirà. Avevo bisogno di scrivere tutti i miei vaneggi che mi passavano per la testa. Brutte cose insomma. Veniamo al dunque… Certe volte capita che tutto ti vada nel senso opposto, tutto ti vada male. Cioè alla fine non è così, non è vero che proprio tutto ti va male, ma ti vanno male solo le cose a cui tieni particolarmente. Persone che si allontanano ma che tu vorresti vicino. E più fai di tutto per tenerle vicine, più queste si allontanano. Perchè alla fine funziona così no? Se una persona tiene davvero a te, dovrebbe essere lei ad avvicinarsi no? Infatti se tu provi ad “avvicinarla” questa tenderà sempre di più a scappare. E infatti… purtroppo funziona così. Una persona deve essere capace di “farsi desiderare”. Me l’hanno sempre detto. E io non lo so fare… Anche quando da certe persone vorresti solo amicizia, pur di stare vicino a loro. Perchè sai che con certe persone sei stato bene, ti trovi bene e hai passato degli ottimi momenti con loro. E quando vedi che pure questa amicizia viene meno, fa male. Tanto! E allora li ti vedi di troppo, e pensi che la cosa migliore da fare sia quella di rompere ogni legame, mettere un punto. Purtroppo la vita funziona così. Non possiamo sempre decidere chi avere al nostro fianco e chi no. E se non si mette quel punto alla fine della frase, è peggio. Perchè più vai avanti e più stai male.

Annunci

Now i’m here

Certe volte pensi se la nostra sia una storia già scritta dall’inizio, o se siamo noi gli artefici del nostro destino. Capita spesso e volentieri di pensare al proprio passato. A pensare se delle nostre decisioni siano state giuste o meno. Oppure ripensare a delle occasioni che si sono avute e che magari non si sono sfruttate. Ma alla fine siamo qua.. Ognuno di noi con una storia alle spalle, bella o brutta che sia, e che spesso e volentieri ci teniamo bene stretta. É una cosa curiosa.. Perché penso che, nonostante l’apparenza, ognuno di noi nella propria storia ha avuto dei momenti negativi. Ma ripensandoci arriviamo al momento in cui tutto ciò che é passato é andato. Siamo qua, forti dell’esperienza del passato, pronti ad affrontare il presente. Spesso si dice “il meglio deve ancora venire”. Non é detto.. Per qualsiasi cosa godetevi appieno il presente, e vedete in modo positivo ciò che vi sta attorno e coloro che vi stanno accanto. Insomma.. godetevi la vita!

Non so scrivere

La verità è che io non so scrivere. Esattamente.. Durante la mia “lunga” carriera da studente, ogni volta che c’era da fare un tema, un’analisi del testo, o un qualcos’altro legato in modo stretto alla lingua italiana, ho sempre fatto schifo. Penso che uno dei motivi principali sia quello di non riuscire a concentrare in quelle 2 precise ore, ciò che ho pensato o che penso. O meglio. Penso tanto, ci sarebbe tanto da scrivere, ma se mi viene chiesto di scrivere un qualche mio pensiero in un determinato momento, non ci riesco. Scrivo qualcosa ma mi viene male. Non è spontaneo. Questo è uno dei motivi per cui ho deciso di scrivere in un blog. Come ho qualcosa di rilevante che mi passa per la testa, e se ho un dispositivo a portata di mano, prendo e scrivo. Subito. Senza pensare o farmi altri problemi. Per fortuna che la scuola non era fatta solo di temi e quant’altro, e diciamo che alla fine me la sono cavata bene. Però penso che faccia bene allenarsi a scrivere. Non solo sotto costrizione, ma così.. Per passatempo. Un po’ come una sorta di diario personale. Così magari una persona può anche migliorarsi e superare le difficoltà che ha incontrato in passato.

Vita universitaria

Questo è il primo post dopo quello di presentazione… Mmmh.. allora.. che dire.. La vita universitaria è una figata!! L’unico problema è che si studia!  Per chi non ha mai affrontato una carriera universitaria o è in procinto di affrontarla, penso la possa pensare in 2 modi. O che è un totale casino, oppure che sia molto bella come esperienza. Diciamo che è un insieme delle due cose. Molto bella perchè si conoscono tante nuove persone. Basta pensare che vieni da un mondo in cui le classi erano formate da massimo 20 persone, e ora ti ritrovi in aule da 150 e più studenti. Poi ti ritrovi nella situazione in cui tante persone devono affrontare le stesse difficoltà dovute allo studio, e si tende a riunirsi e a socializzare. Diciamo che avere le stesse difficoltà, anche di primo approcio all’università, tende ad unire. L’aspetto negativo è proprio il motivo principale per cui si va all’Università. Lo studio. O meglio, è anche una bella cosa, perchè se tu hai scelto una facoltà, si presume che tu sia portato o interessato agli argomenti affrontati nel corso di studi. Ma i carichi di studio sono enormi. Il ritmo con cui vengono spiegati gli argomenti è enorme! Niente a che vedere con i ritmi delle superiori, dove un argomento, che magari all’università viene spiegato in 2 lezioni, alle superiori viene affrontato in un mese. Ma tutto questo ti porta maggiormente a studiare, e quindi ottenere migliori risultati. Ci sarebbe tanto altro da dire riguardo all’Università, ma questo è solo un primo accenno. L’argomento si potrà affrontare meglio in seguito. Concludo con un consiglio sia a chi è già all’Università, e a chi vorrà iscriversi. Sono esperienze che non dureranno per tutta la vita, quindi vedete il lato positivo, e godetevele sempre!!!!

Matandisciu

Ciao… sono uno studente universitario di quasi 20 anni e boh… In effetti non c’è tanto da dire, e mai avrei pensato di aprire un blog. Ma ho pensato…. perchè non esternare ciò che quotidianamente mi passa per la testa. Magari non fregherà a nessuno. Ma perchè non farlo insomma.. Il nome “Matandisciu”? Beh non sapevo che titolo dare, e quindi, per chi sa il sardo saprà di certo il motivo :D. Detto questo, avete appena assistito al mio primo post. Spero ce ne saranno degli altri!!